By | Maggio 28, 2021
Le zanzariere e la pulizia

Le zanzariere svolgono un compito davvero importante in ogni abitazione, che diventa assolutamente essenziale in estate. La rete deve naturalmente essere lavata e pulita, ma comunque è importante evitare che gli insetti fastidiosi invadano ogni stanza. Per tale ragione è necessario acquistare almeno una zanzariera plissettata per ogni balcone.

Ovviamente, giusto dire che questi strumenti sono essenziali per la riparazione dagli insetti e dalle zanzare, ma tante volte vengono ostacolate da detriti, polline e soprattutto polvere. Le zanzariere tendono a lasciare al di fuori lo smog e la polvere, che però allo stesso tempo puoi intrufolarsi e rimanere incastrata tra gli scomparti delle zanzariere. Ciò significa che quest’ultime raccoglie tutto lo sporco, ed infatti almeno una volta o due volte all’anno è importante sganciarle e lavarle nel migliore dei modi. Le zanzariere sono dispositivi anche abbastanza fragili, quindi nel momento in cui c’è bisogno di prendersene cura fuoriescono importanti problemi, che con questa guida molto breve sarà possibile evitare.

Come si pulisce la zanzariera plissettata?

Come già specificato in precedenza, lo sporco accumulato dalle zanzariere rischia di depositarsi molto spesso tra le pieghe della rete, ed è per questo che e possibile optare delle zanzariere a telo dritto. Ovviamente, è impossibile che è un prodotto che diventa un complimento d’arredo non possa sporcarsi, soprattutto perché è un oggetto che vive all’interno della casa e che raccoglie tutto ciò che c’è intorno. Le zanzariere sono a contatto con le persone e con il mondo esterno, quindi la polvere si intrufola facilmente, così come lo sporco il polline, in particolare nei mesi caldi come luglio giugno aprile maggio.

Naturalmente, è giusto dire che tutte le zanzariere plissettate possono essere smontata e rimontata quando si vuole, quindi spostate tranquillamente ed esposti all’aria aperta. Inoltre, un oggetto del genere può anche essere esposto alla pioggia, senza che ci sia nessun rischio di rottura oppure di danni permanenti, differenza di tutte le altre zanzariere presenti in commercio. Quelle plissettate possono essere anche pulite e lavate ogni volta che si vuole, anche tutti i giorni. Per farlo però bisogna attuare anche un trattamento speciale per la rete, che deve fare il suo lavoro ma lo stesso tempo deve respingere la polvere garantendo la durata molto più estesa. Ma come si pulisce una zanzariera plissettata?

Modalità di pulizia

Per le zanzariere plissettate molto sporche è possibile pulire in modo regolare ogni centimetro, partendo anche dal pavimento. Questa purtroppo è una operazione che deve essere attuata quasi ogni giorno, come se fosse parte inclusiva delle pulizie di routine della casa. In modo particolare, e necessario passare la scopa elettrica in ogni fenditura, cosicché lo sporco venga via.

Se quest’operazione diventa quasi ordinaria nella pulizia della casa, allora lo sporco, la polvere e il polline potranno depositarsi in modo meno eccessivo, quindi non si accumuleranno e di conseguenza il processo di pulizia delle zanzariere plissettate risulterà molto più semplice e veloce. È assolutamente essenziale evitare di utilizzare dei prodotti non idonei, come ad esempio oli, acidi, solventi o grassi. Infatti, le reti delle zanzariere possono essere caratterizzati da fili di poliestere, che possono subire dei danni importanti se lavati in modo errato.