By | Febbraio 19, 2020
Siti web professionali: come realizzarne uno

Il cloud computing o clouding è un termine generale per tutto ciò che comporta la fornitura di servizi ospitati su Internet. Questi servizi sono ampiamente suddivisi in tre categorie: infrastruttura come servizio ( IaaS ), piattaforma come servizio ( PaaS ) e software come servizio ( SaaS ). Il nome cloud computing è stato ispirato dal simbolo del cloud che viene spesso utilizzato per rappresentare Internet in diagrammi di flusso e diagrammi.

L’infrastruttura cloud ha a che fare con i componenti hardware e software necessari per garantire la corretta implementazione di un modello di cloud computing. Il cloud computing può anche essere pensato come utility computing o elaborazione su richiesta.

Un servizio cloud ha tre caratteristiche distinte che lo differenziano dal web hosting tradizionale:

  1. Gli utenti possono accedere a grandi quantità di potenza di elaborazione su richiesta. In genere viene venduto al minuto o all’ora.
  2. È elastico: un utente può avere un servizio tanto o meno quanto desidera in un determinato momento.
  3. Il servizio è completamente gestito dal fornitore (il consumatore non ha bisogno altro che di un personal computer e accesso a Internet). Importanti innovazioni nella virtualizzazione e nel calcolo distribuito, nonché un migliore accesso a Internet ad alta velocità, hanno accelerato l’interesse per il cloud computing.

Cosa rende esattamente qualcosa un cloud? Ci sono cinque caratteristiche distintive del cloud computing:

Self-service su richiesta: puoi usarlo ogni volta che ne hai bisogno e pagare per ogni utilizzo. Pensalo come elettricità. In sostanza, il cloud è una forma di utility computing. Crei un account o scegli il tuo provider e i tuoi servizi saranno disponibili in qualsiasi momento. Alla fine del mese ti viene addebitato solo ciò che hai utilizzato. Questa forma di archiviazione e accesso ai dati ti dà il pieno controllo sull’utilizzo e la spesa delle risorse.

Ampio accesso alla rete: devi essere in grado di accedere da tutto il Web utilizzando qualsiasi dispositivo con connettività Internet. Ovunque tu sia, i tuoi dati cloud saranno accessibili tramite browser Web, nonché su laptop o dispositivi mobili. La ragione di ciò è il fatto che la sua infrastruttura sottostante include server in più posizioni.

Pool di risorse: più computer o utenti possono condividere lo stesso spazio e le risorse possono essere assegnate, riassegnate e distribuite secondo necessità. Puoi essere in qualsiasi parte del mondo e avere comunque lo stesso accesso di tutti gli altri; purché tu abbia accesso ad internet.

Rapida elasticità: il cloud può crescere e ridursi il più possibile senza influenzare nessuno dei suoi utenti o le loro informazioni. Ad esempio, se la tua azienda sta vivendo un picco di traffico, il cloud può espandersi per soddisfare tutte le nuove richieste.

Servizio misurato: puoi esaminare la frequenza con cui le persone utilizzano il cloud. Molti fornitori di servizi cloud utilizzano un modello pay-as-you-go per garantire che i loro clienti ottengano ciò per cui pagano, né più né meno. Ancora una volta, questo può essere paragonato all’elettricità man mano che vieni addebitato l’importo che usi.

Esistono tre tipi di nuvole, ognuna con i suoi vantaggi unici. Dovresti valutare le opzioni cloud per decidere qual è la soluzione migliore per te e per i tuoi dipendenti.

I servizi cloud pubblici sono i migliori per i sistemi di sviluppo e i server Web. Il tuo provider di cloud computing ti fornirà una parte del loro spazio digitale che devono condividere con altri inquilini.

Questi tipi di cloud sono convenienti dal momento che un modello pay-as-you-go funziona di più. Paghi per il numero di ore necessarie per utilizzare il cloud e puoi uscire ogni volta che completi il ​​lavoro. Non ci sono obblighi che richiedono di pagare più del necessario.

I cloud privati ​​offrono ciò che suggerisce il loro nome: privacy. Non devi condividere il tuo spazio digitale con nessun altro. Le piattaforme cloud private sono generalmente costruite internamente e appartengono a te e alla tua azienda. Possono anche essere configurati in un data center di terze parti e fornire comunque il livello avanzato di privacy.

Le organizzazioni e i clienti più grandi, preoccupati per la sicurezza, preferiscono i cloud privati. La ragione di ciò è principalmente il fatto che queste nuvole offrono più difesa delle loro controparti pubbliche. Le aziende che devono proteggere informazioni sensibili come i dati dei clienti si affidano a cloud privati.

Se stai utilizzando un cloud privato, sai chi ha accesso ai dati, sai se qualcuno ha apportato modifiche e sai cosa fare in caso di emergenza. Hai il pieno controllo di ciò che accade sul cloud e non devi preoccuparti che alcuni fornitori di terze parti apportino modifiche che potrebbero influire negativamente su di te. Un firewall protegge tutto nel cloud dagli estranei.